L’inverno d’Italia di Davide Toffolo
18 aprile 2011
Risposta alle provocazioni di Casapound
5 novembre 2015

Manifestazione antifascista a Gorizia sabato 19 settembre

Sabato 19 settembre l’associazione autodefinitasi, “di ispirazione fascista” (dichiarazione del leader Iannone riportata nell’articolo http://milano.repubblica.it/cronaca/2015/09/10/news/casapound-122588587/ )  intende inaugurare una nuova sede a Gorizia.

CasaPound è reduce dalla festa nazionale di Castano Primo, fatta dopo avere occupato illegalmente una struttura comunale ed in barba al divieto della Prefettura: in questa situazione di illegalità hanno ospitato esponenti politici della Lega di Salvini e di Forza Italia, ottenendo in tale modo una legittimazione istituzionale.

 

COMUNICATO stampa con preghiera di diffusione.

Delle imprese squadristiche dei “fascisti del terzo millennio”, come usano essi stessi definirsi, sono piene le cronache dei giornali: segnaliamo soltanto, per il particolare orrore che suscitano. le parole registrate nel corso delle intercettazioni telefoniche dell’allora responsabile del Blocco studentesco (emanazione giovanile di CPI) di Napoli, Andrea Coppola, che parlava di una studentessa di origine ebraica attivista in ateneo:

Infatti io a questa la devo vattere (picchiare, n.d.r.). O la picchio o me la chiavo e gli faccio uscire il sangue dal c… Però davanti a tutta la facoltà (http://napoli.repubblica.it/cronaca/2013/01/24/news/arrestati_estremisti_di_destra_c_anche_la_figlia_di_un_ex_senatore-51175878/).

Forse dal punto di vista amministrativo non c’è alcun motivo per impedire che CasaPound apra l’ennesima sede da dove diffondere le proprie ideologie di prevaricazione e violenza, ma come antifascisti sentiamo un obbligo morale ad esprimere il nostro sdegno e la nostra contrarietà di fronte all’allargamento degli spazi occupati dalla pseudocultura di questa sedicente nuova destra che non ha nulla di nuovo ma ripropone i vecchi valori del fascismo futurista e dell’arditismo di destra, il corporativismo, l’odio per lo “straniero”, l’immigrato, il Rom, visto come l’unico nemico del popolo italiano.

Il nostro antifascismo si basa su sentimenti di fratellanza e di pace, e per questo motivo intendiamo dire a CasaPound che la sua presenza non è gradita a Gorizia, come da nessun’altra parte, e pertanto aderiamo alla manifestazione che si terrà sabato 19 settembre nel pomeriggio (luogo e orario ancora da definire) in concomitanza all’inaugurazione della sede casapoundista.

L’evento Facebook per gli aggiornamenti è questo: https://www.facebook.com/events/1067408343283676/

Invitiamo i destinatari di questo comunicato a partecipare alla manifestazione, e a diffondere il comunicato.

Ora e sempre Resistenza

per la Redazione de La Nuova Alabarda

Claudia Cernigoi (direttore responsabile)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: