Archivio Testi

King Kong VS Godzilla

Eccoci qua, dunque è fatta. Quel signore buffo a metà via tra Charlie Brown e Shrek è incredibilmente (ma mica tanto) diventato presidente degli USA. Chiariamo subito di chi è il merito di un tale successo: Rita Pavone, che è evidentemente consigliera per l’acconciatura di Donald e per la chirurgia plastica di Melania. Certo che il sorriso stampato e artificiale di Hillary non mi pare meglio del ciuffo di Donald o del botox di sua attuale moglie. Ma a parte l’indiscusso trionfo dell’operato Leggi tutto [...]

Continua...

CHIAMATA AL DISARMO

Possiamo considerare lo sganciamento dalla belligeranza atlantica (che pare strutturalmente proiettata in un futuro indefinito) una “delle grandi sfide per la sinistra”, così come indicato da Valentino Parlato sul Manifesto del 9 dicembre scorso? La risposta dovrebbe essere scontata ma l’impressione è che allo slancio etico non corrisponda, da troppo tempo, un serio impegno di analisi e di proposta da parte di ciò che chiamiamo sinistra e della intellettualità che ad essa si richiama. Sembra Leggi tutto [...]

Continua...

Nuovo audace colpo dei soliti “liberatori”

Bombardato un ospedale di Medecins sans frontières in Afganistan. Tre morti e trenta dispersi: basta guardare le immagini dell'edificio (ovviamente sulla TV francese: su quella italiana impazzano Renzi e le sue a volte attempate veline d'assalto ... oggi il gioco si fa duro e troneggia la furiosa Finocchiaro) per capire che "dispersi" significa "inceneriti". Ovviamente la Nato (ma la sua funzione non era decaduta nel 1991 con la scomparsa dell' "impero del male" ?) afferma di aver fatto un errore. Leggi tutto [...]

Continua...

Vacanze primaverili

Aria di primavera...   e di prima-vere/false ce ne sono state persino troppe; magari nate sotto i migliori auspici, ma troppo spesso finite in caciara. Ora si cerca di spacciare per una nuova primavera anche il casino che si sta consumando in Ucraina, ma sarà anche perché quello è un Paese generalmente freddino, quella primavera stenta a convincere. Se poi uno vuole credere a ciò che i nostri valorosi italici reporter ci vengono a raccontare sulle principali testate, prego, si accomodi, Leggi tutto [...]

Continua...

Qualche semplice domanda irriverente ai guerrafondai da salotto

Dedicato a chi, dal salotto di casa sua, di fronte al teleschermo, oppure comodamente accomodato  alla tastiera di qualche diavoleria internet-dipendente, proclama ai quattro venti che vorrebbe andare in guerra qua e là, per ripristinare il diritto (quale? quello di ammazzare altra gente? di violentare donne? di distruggere case private, posti di lavoro, servizi sociali e beni culturali patrimonio dell'umanità? di disperdere al vento pezzi di armi bio-chimico-nucleari di distruzione di massa, Leggi tutto [...]

Continua...

Un piccolo aggiornamento sul triste “bollettino” dei nostri guai

Settembre si avvicina, l'estate è agli sgoccioli, forse non solo l'estate e con quel mese dovrebbe (si sa che in questi casi il condizionale è d'obbligo) essere presa dal Senato la decisione sul triste caso del nostro eroe per antonomasia. Sono al vaglio, indipendentemente dalla decisione dei senatori, alcune ipotesi che permettano di accontentare le insane pretese dei suoi ascari che non ne vogliono sapere della condanna d efinitiva a cui il loro capo è stato sottoposto. Leggi tutto [...]

Continua...