Archivio Testi

Il triangolo maledetto: Aleppo, Mosul Kirkuk.

Giusto per non perdere il vizio, cerchiamo, vediamo di, di capire cosa sta succedendo dall’altra parte del Mediterraneo, o appena più in là. Pare che finalmente (si fa per dire, ovvio) le cose stiano prendendo una qualche loro forma. Sul campo non c’è competizione, almeno in termini di superiorità militare. In Siria, le truppe governative, le milizie (Hezbollah e altre sciite) e i bombardieri russi, stanno conquistando terreno o rafforzando quello già in loro controllo. Aleppo rappresenta Leggi tutto [...]

Continua...

le mille e una (tante) botte

Un po’ come si poteva prevedere; in Siria si sta prefigurando uno scenario davvero terrificante. Le manie folli di diversi pretendenti alla ribalta ci stanno portando dritti dritti in un casino da cui sara’ sempre piu’ difficile tirarsi fuori. Allo stesso tempo si sta delineando sempre piu’ chiaramente quale fosse lo scopo di questa guerra (e di quelle che l’hanno precedute e che ancora non sono certo finite) che nelle intenzioni di chi l’aveva provocata doveva essere gia’ bella e risolta Leggi tutto [...]

Continua...

CHIAMATA AL DISARMO

Possiamo considerare lo sganciamento dalla belligeranza atlantica (che pare strutturalmente proiettata in un futuro indefinito) una “delle grandi sfide per la sinistra”, così come indicato da Valentino Parlato sul Manifesto del 9 dicembre scorso? La risposta dovrebbe essere scontata ma l’impressione è che allo slancio etico non corrisponda, da troppo tempo, un serio impegno di analisi e di proposta da parte di ciò che chiamiamo sinistra e della intellettualità che ad essa si richiama. Sembra Leggi tutto [...]

Continua...

PRESIDIO IN SOLIDARIETA’ CON LA RESISTENZA KURDA, CONTRO I TERRORISTI DELL’ISIS!

VENERDI' 17 OTTOBRE ORE 18.30 in P.tta Cavour a Pordenone PRESIDIO IN SOLIDARIETA' CON LA RESISTENZA KURDA, CONTRO I TERRORISTI DELL'ISIS! Da più di due anni il popolo del Rojava – regione a maggioranza curda nel nord della Siria – ha liberato il proprio territorio sperimentando una vera e propria rivoluzione sociale, fondata sulla partecipazione dal basso, l'uguaglianza tra uomini e donne e il rispetto dell'ambiente. Proprio in queste ore, la "confederazione democratica" del Rojava Leggi tutto [...]

Continua...

Poveri noi.

Quando uno vive in un posto in cui la guerra e' normalita', si pone alcune domande. Dunque..   Continuiamo a farci del male, cosi’ diceva Nanni Moretti in uno dei suoi tanti film. E noi, che non siamo dei pirla, prendiamo il consiglio alla lettera. Non ci basta piu’ evidentemente essere governati da un branco di attori scalcagnati che recita un po’ a soggetto, un po’ a braccio e improvvisa senza averne le capacita’. Ora ci sono pure le pretese di assumere un ruolo di protagonista Leggi tutto [...]

Continua...

Controrivoluzione globale ?

In Siria i paesi occidentali e le petrolmonarchie arabe alimentano una guerra civile per imporre un nuovo stato fondamentalista islamico. Gli specialisti della Nato addestrano i loro "nemici" di Al Quaida. In Ucraina si scatena una guerra civile: dopo il fallimento delle "rivoluzioni" "colorate", oggi si passa direttamente alle bande fasciste armate. I fascisti ucraini non erano secondi a nessuno, ai tempi delle SS etniche. Chiedetelo ai pochi sopravvissuti ebrei. In Venezuela stessa scena. Leggi tutto [...]

Continua...

30 anni in Siria tra i rifugiati palestinesi – RINVIATO

L’appuntamento è rinviato per una indisposizione del relatore.

Loc Defin

Continua...

Qualche semplice domanda irriverente ai guerrafondai da salotto

Dedicato a chi, dal salotto di casa sua, di fronte al teleschermo, oppure comodamente accomodato  alla tastiera di qualche diavoleria internet-dipendente, proclama ai quattro venti che vorrebbe andare in guerra qua e là, per ripristinare il diritto (quale? quello di ammazzare altra gente? di violentare donne? di distruggere case private, posti di lavoro, servizi sociali e beni culturali patrimonio dell'umanità? di disperdere al vento pezzi di armi bio-chimico-nucleari di distruzione di massa, Leggi tutto [...]

Continua...

Siria d’agosto: dove sono i pacifisti? Che palle! Saranno al mare, come tutti.

Anche Flavio Lotti, coordinatore della Tavola della Pace, è caduto nel tranello del solito tormentone estivo: dove sono i pacifisti? (riproduco l'articolo in fondo, ripreso dalla newsletter di: http://www.controlacrisi.org/) Si tratta di un quesito tipico da "politica da osteria"; vi comprendo anche il "mondo dell'informazione", ormai trasformatosi in una variabile noiosissima del "grande fratello" orwelliano. Esso sottintende una valutazione grossolanamente qualunquistica di cosa sia il pacifismo, Leggi tutto [...]

Continua...

Per la pace in Siria, contro ogni intervento militare

Riceviamo da Gianfranco Cozzi, che a sua volta l’ha avuto da un compagno croato:

Syria

Continua...