Archivio Testi

Il tallone d’Achille di Ciriani (che denuncia)

Oggi ho ricevuto la seguente lettera dall'avvocato del candidato sindaco di centro(?)destra Alessandro Ciriani: Ho poche considerazioni da fare al  proposito (anche per non togliare il mestiere all'avvocato cui chiederò di assumere la mia difesa). La prima è che in politica, in Italia, si usa la querela per tappare la bocca a chi ha qualcosa da obiettare. Un buon sistema, che possono permettersi solo quelli che hanno i soldi, a discapito di chi, anche avendo idee e coraggio, non abbiano Leggi tutto [...]

Continua...

Comunicato del Direttivo dell’Associazione Casa del Popolo di Torre

La presidente della Casa del Popolo di Torre - Pordenone e il Direttivo, esprimono la loro riconoscenza alle forze politiche e sindacali per lo sdegno e la solidarietà espressa nei confronti dell'ultima provocazione messa in atto dal neofascismo pordenonese, con le scritte "Achtung Banditen" comparse sulle finestre della Casa del Popolo in occasione del 25 aprile. Questa "giovane" ultracentenaria come sono solita chiamarla, ha la capacità, con la sua presenza, di continuare a essere sia segno, Leggi tutto [...]

Continua...

Risposta alle provocazioni di Casapound

Questa volta la mascalzonata rivolta alla Casa del Popolo di Torre – Pordenone è stata postata sulla pagina FB di Casapound di Pordenone: finte tende poste sul davanti e uno striscione con la scritta ”La Casa del, in rosso, (Nuovo) Popolo". E' stata rivendicata dal loro segretario regionale Nicola De Bortolo, mentre la scritta vigliacca comparsa sui muri per il 70° della Resistenza è rimasta anonima, forse una prima prova. Si può parlare di “bravata” con riferimento ai Bravi del romanzo Leggi tutto [...]

Continua...

Manifestazione antifascista a Gorizia sabato 19 settembre

Sabato 19 settembre l'associazione autodefinitasi, "di ispirazione fascista" (dichiarazione del leader Iannone riportata nell'articolo http://milano.repubblica.it/cronaca/2015/09/10/news/casapound-122588587/ )  intende inaugurare una nuova sede a Gorizia. CasaPound è reduce dalla festa nazionale di Castano Primo, fatta dopo avere occupato illegalmente una struttura comunale ed in barba al divieto della Prefettura: in questa situazione di illegalità hanno ospitato esponenti politici della Lega Leggi tutto [...]

Continua...

“Democrazia” ucraina.

La notizia è su tutti i giornali, informazione in cronaca. Il governo "democratico" e filoccidentale dell'Ucraina ha messo al bando tutti e tre (il vecchio vizio della frazione permane, anche nelle situazioni più paradossali) i partiti comunisti di quel paese. Immaginiamo seguirà presto anche il partito socialista, meglio non lasciare tracce viventi dell'ideologia marxista. Quella che ha previsto la crisi del capitalismo un po' prima degli economisti on-the-net, e lanciato l'appello "proletari Leggi tutto [...]

Continua...

Piazza della Loggia (P2)

Giustizia è fatta! Così molti dei giornali titolavano stamattina (ieri) a proposito della sentenza che, meglio tardi che mai, ha finalmente stabilito che dietro la strage di Piazza della Loggia ci sono due colpevoli materiali. Uno dei quali, uomo dello stato; almeno così dovrebbe essere. Certo, 41 anni mica sono pochi, all'epoca avevo 17 anni e il 2015 mi sembrava talmente lontano da vedermi per quell'anno già vecchio. Detto che non mi sento vecchio affatto, rimane che di capelli ne ho ormai Leggi tutto [...]

Continua...

Imbrattata da fascisti la Casa del Popolo di Torre

COMUNICATO STAMPA Pordenone 23 Aprile 2015   Sulla facciata della centenaria Casa del Popolo di Torre di Pordenone è apparsa una scritta "25 aprile lutto di popolo". Le prime barricate antifasciste in Italia sono state erette a Torre nel maggio 1921. Evidentemente questo fatto brucia ancora e la Casa del Popolo ha rappresentato, rappresenta ed è testimonianza di un'opposizione operaia e di popolo al regime fascista e padronale che ancora oggi fa ostacolo tanto da sentire il bisogno Leggi tutto [...]

Continua...

Il sindaco doganiere e la svastica

E poi si arrabbiano se li chiami nazileghisti (Come faccio io. Chiamarli, of course). Ovviamente ognuno di loro, preso singolarmente, è un bravo ragazzo. Salvo sparare cazzate a raffica, e mi si scuserà se uso questo linguaggio paludato ed accademico. Secondo il quotidiano che fu degli agrari combattuti da Angelo Galante "Ciliti" e da Pier Paolo Pasolini (chi non sa di cosa si discorra, corra subito a leggere "Il sogno di una cosa" dell'autore casarsese), il sindaco nazileghista-buono di Leggi tutto [...]

Continua...