18 marzo 2017

CasaPound e Sol.Id. nella Marca Trevigiana

Sabato 11 marzo CasaPound, travestita da una ONLUS, SOLID.ID., ha organizzato a Montebelluna un iniziativa sulla Siria. Relatori: Andrea De Bortoli, responsabile di CasaPound di Treviso e responsabile europeo di SOLID.ID Giulia Pilloni di CasaPound di Riva del Garda. Grazie a un intervento dell’Osservatorio Antifascista Vittoriese, il Comune di Montebelluna ha tolto il patrocinio e annullato uno sconto per l’affitto dell’Auditorium perché SOLID.ID. si presenta come organizzazione umanitaria. Il sindaco di Montebelluna è un antimilitarista e un antifascista, come lui stesso chiarisce in una recente messaggio all’Osservatorio Antifascista Vittoriese. Casa Pound non è nuova nella Marca Trevigiana, dove è presente in maniera organizzata. Dopo un raduno europeo di skinheads nel 2011,dal 12 al 15 settembre 2013, organizzò una festa nazionale a Revine Lago. Gli skineads con Casa Pound tra loro sono ritornati, sempre a Revine Lago, lo scorso anno. Il raduno fu chiamato Ritorno a Camelot. A metà dicembre 2016 Casa Pound ha affisso uno striscione contro migranti a Villa Gasperini Loredan di Volpago del Montello. Lo striscione diceva “No al centro d’accoglienza” per protestare contro l’apertura di un centro d’accoglienza. Nello stesso periodo striscioni simili sono stati appesi in tutta Italia. L’azione contro i migranti è stata giustificata da […]