Archivio Testi

Il triangolo maledetto: Aleppo, Mosul Kirkuk.

Giusto per non perdere il vizio, cerchiamo, vediamo di, di capire cosa sta succedendo dall’altra parte del Mediterraneo, o appena più in là. Pare che finalmente (si fa per dire, ovvio) le cose stiano prendendo una qualche loro forma. Sul campo non c’è competizione, almeno in termini di superiorità militare. In Siria, le truppe governative, le milizie (Hezbollah e altre sciite) e i bombardieri russi, stanno conquistando terreno o rafforzando quello già in loro controllo. Aleppo rappresenta Leggi tutto [...]

Continua...

Un Vajont apocalittico? DIGA DI MOSUL, GEOLOGIA E GEOPOLITICA, di Francesco Cecchini

La ministra della guerra Pinotti manda le truppe in Iraq, in piena zona di guerra, per "difendere" l'investimento italo-tedesco della diga di Mossul. In realtà, quello che bisognerebbe fare sarebbe sgomberare la popolazione mesopotamica, intanto che si svuota la gigantesca diga, per poi smantellarla. Il rischio di un'apocalittica replica del Vajont (ma questa volta cento, forse mille volte più grande) è imminente. Sulla vicenda, pubblichiamo un articolo di Francesco Cecchini, in versione .odt: Leggi tutto [...]

Continua...

Blair, scusa un cazzo!

Un po’ come fanno i bambini dopo aver commesso una marachella, e soprattutto dopo essere stati “sgamati”, l’eroe del deserto e probabile (almeno così probabilmente la pensa lui) erede di Lawrence d’Arabia, ora ammete le sue colpe. Ad onor del vero, secondo la sua versione o visione delle cose, nemmeno sarebbero colpe ma distrazioni causate dalle false informazioni che le intelligence (mai capito perchè si chiamino così, visti i casini che combinano) inglesi gli avrebbero fornito. Che Leggi tutto [...]

Continua...

Abbiamo trovato le prove del fallimento della guerra in Iraq

Dal nostro inviato ad Erbil (Kurdistan irakeno) Bruno Tassan Viol (vigilia di Newroz, il capodanno kurdo). Leggi tutto [...]

Continua...

Poveri noi.

Quando uno vive in un posto in cui la guerra e' normalita', si pone alcune domande. Dunque..   Continuiamo a farci del male, cosi’ diceva Nanni Moretti in uno dei suoi tanti film. E noi, che non siamo dei pirla, prendiamo il consiglio alla lettera. Non ci basta piu’ evidentemente essere governati da un branco di attori scalcagnati che recita un po’ a soggetto, un po’ a braccio e improvvisa senza averne le capacita’. Ora ci sono pure le pretese di assumere un ruolo di protagonista Leggi tutto [...]

Continua...