15 aprile 2017

BUONA PASQUA ! Greetings from USA

Partiamo col dire che più ’ti tagli i capelli alla cazzo, più ti senti figo. Mi pare un buono spunto per parlare dei due pirla che giocano a fare a chi ce l’ ha più duro. Certo, partendo da due posizioni diametralmente opposte; l’ uno che ormai si sente come Tex Willer quando entrava nel saloon. O finiva con una bistecca alta una spanna, una montagna di patatine e, soprattutto, una bottiglia di wiskey, oppure con un duello da cui Tex, al massimo, se ne usciva con una ferita di striscio Leggi tutto [...]
4 febbraio 2017

Duri e muri

Ed eccoci dunque con il nostro eroe al timone degli USA. Ciuffo al vento e impavido a sfidare il mondo intero, o quasi. Il mondo intero che a sua volta si sta scatenando contro di lui. A questo punto, sarebbe bene capire cosa, e perche’, sta succedendo. Magari partendo da un presupposto che pare indispensabile. Donald Trump e’ un patetico, ma pericoloso, reazionario, razzista e fascista. E si sta facendo soprattutto i cazzacci propri. Su questo nemmeno sarebbe il caso di soffermarsi, ma e’solo Leggi tutto [...]
7 gennaio 2017

Anno nuovo, vecchie abitudini. Mini-CIE e Minni-ti

Finalmente uno con le idee chiare. Uno che non ha neppure bisogno di farsi un attimo l’idea di dove sia capitato e parte immediatamente lancia in resta. D’altra parte, col precedente che avevamo, tutto si fa possibile. In ogni caso, pare che il freddo pungente di questi giorni, abbia inciso sulla funzionalità della sua materia grigia; si sa, l’assenza di capelli (e io ne so qualcosa) mal sopporta temperature così fredde e dunque nessuna sorpresa se le trovate non sono poi troppo brillanti. Leggi tutto [...]
11 novembre 2016

King Kong VS Godzilla

Eccoci qua, dunque è fatta. Quel signore buffo a metà via tra Charlie Brown e Shrek è incredibilmente (ma mica tanto) diventato presidente degli USA. Chiariamo subito di chi è il merito di un tale successo: Rita Pavone, che è evidentemente consigliera per l’acconciatura di Donald e per la chirurgia plastica di Melania. Certo che il sorriso stampato e artificiale di Hillary non mi pare meglio del ciuffo di Donald o del botox di sua attuale moglie. Ma a parte l’indiscusso trionfo dell’operato Leggi tutto [...]