democrazia è partecipazione: votare (SI) ne è una manifestazione logica
12 aprile 2016
Revocata la disponibilità della Casa del Popolo all’incontro con i candidati Sindaci
27 maggio 2016

Referendum. Eppure il vento soffia ancora … E ti aspetto per ricominciare …

Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

Eppure il vento soffia ancora ….

Il vento siamo noi che siamo andati a votare, noi che abbiamo votato sì il 17 aprile 2016, per spazzar via l’astensionismo propagandato da un Presidente della Repubblica e dal Presidente del Consiglio dei Ministri, che siamo andati a votare contro il governo Renzi, dato che ha voluto che un referendum si trasformasse in “o sei con me o sei contro di me”, contro il potere dei petrolieri, per la democrazia e per i nostri bambini;

il vento siamo noi che abbiamo creduto di essere responsabili, con il nostro voto, verso le generazioni future, che abbiamo pensato di essere i custodi della terra, non i padroni, e che si debba desiderare un futuro giusto e sostenibile per il pianeta; noi che abbiamo creduto a quanto hanno detto alla conferenza internazionale sul clima di Parigi relativamente al doveroso abbandono delle fonti energetiche fossili; noi che non crediamo alla chimera dello “sviluppo” e dei posti di lavoro costi quel che costi, (fra l’altro pare ben pochi quando andare in altro senso ne avrebbe procurati forse di più), noi, che abbiamo votato per la nostra salute, per il mare, la terra ed il cielo.

Laura Matelda Puppini

 

E a commento del referendum propongo quindi questa canzone:

Pierangelo Bertoli. Eppure soffia

(anche Eppure il vento soffia ancora) 1977.

E l’acqua si riempie di schiuma il cielo di fumi
la chimica lebbra distrugge la vita nei fiumi
uccelli che volano a stento malati di morte
il freddo interesse alla vita ha sbarrato le porte
un’isola intera ha trovato nel mare la tomba
il falso progresso ha voluto provare una bomba
poi pioggia che toglie la sete alla terra che è vita
invece le porta la morte perché è radioattiva

Eppure il vento soffia ancora
spruzza l’acqua alle navi sulla prora
e sussurra canzoni tra le foglie
e bacia i fiori li bacia e non li coglie

Un giorno il denaro ha scoperto la guerra mondiale
ha dato il suo putrido segno all’istinto bestiale
ha ucciso, bruciato, distrutto in un triste rosario
e tutta la terra si è avvolta di un nero sudario
e presto la chiave nascosta di nuovi segreti
così copriranno di fango persino i pianeti
vorranno inquinare le stelle la guerra tra i soli
i crimini contro la vita li chiamano errori

Eppure il vento soffia ancora
spruzza l’acqua alle navi sulla prora
e sussurra canzoni tra le foglie
bacia i fiori li bacia e non li coglie
eppure sfiora le campagne
accarezza sui fianchi le montagne
e scompiglia le donne fra i capelli
corre a gara in volo con gli uccelli

Eppure il vento soffia ancora!!!

 

Senza offesa per nessuno, ma solo per esprimere il mio pensiero, e cogliendo uno spunto che viaggia su facebook. Il testo della canzone è tratto da: http://www.italianissima.info/testi/eppure.htm. La frase “e ti aspetto per ricominciare” è tratta, con lieve modifica, dalla canzone di Pierangelo Bertoli,Pescatore. L’immagine è tratta, solo per questo uso, dal sito http://www.slideshare.net/icccrevalcore/11-b-discorso-festa-della-pace-aprile.

Laura Matelda Puppini

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *