Archivio Testi

+++350.000 (E PIU’) RAGIONI PER ESSER “GIOVANI”+++ “Cosa fare se un circolo culturale ha bisogno di una sede? EUREKA! Un centro di aggregazione giovanile!”

Consiglio Regionale del Friuli Venezia Giulia (dal sito internet: http://www.consiglio.regione.fvg.it/pagine/attivita/dettaglioInterpellanze_VV.asp?id=391&tipo=1&legislatureId=75931)   INTERPELLANZA N. 391 Primo interpellante: Corazza Gruppo consiliare: IDV-LdP, S.A., CITT., PD Consiglieri proponenti: Corazza, Antonaz, Colussi, Moretton, Pupulin, Pustetto Presentata il: 27/10/2011 Annunciata il: 22/11/2011 Stato: Non evasa Oggetto: Cosa fare se un circolo culturale Leggi tutto [...]

Continua...

Ciriani denuncia Elena Beltrame, presidente della Casa del Popolo

Risposta a Ciriani Come legale rappresentante della Casa del Popolo di Torre – Pordenone, ho ricevuto dall'avvocata Caterina Belletti, su mandato del candidato sindaco Alessandro Ciriani, la richiesta “..per ottenere il risarcimento per danni morali patiti a seguito del comunicato apparso sul sito della Casa del Popolo di Torre...” e la contemporanea disponibilità a ..”raggiungere un accordo bonario.. “ . Il riferimento è alle frasi considerate come ”..espressioni gravemente Leggi tutto [...]

Continua...

Il tallone d’Achille di Ciriani (che denuncia)

Oggi ho ricevuto la seguente lettera dall'avvocato del candidato sindaco di centro(?)destra Alessandro Ciriani: Ho poche considerazioni da fare al  proposito (anche per non togliare il mestiere all'avvocato cui chiederò di assumere la mia difesa). La prima è che in politica, in Italia, si usa la querela per tappare la bocca a chi ha qualcosa da obiettare. Un buon sistema, che possono permettersi solo quelli che hanno i soldi, a discapito di chi, anche avendo idee e coraggio, non abbiano Leggi tutto [...]

Continua...

Comunicato del Direttivo dell’Associazione Casa del Popolo di Torre

La presidente della Casa del Popolo di Torre - Pordenone e il Direttivo, esprimono la loro riconoscenza alle forze politiche e sindacali per lo sdegno e la solidarietà espressa nei confronti dell'ultima provocazione messa in atto dal neofascismo pordenonese, con le scritte "Achtung Banditen" comparse sulle finestre della Casa del Popolo in occasione del 25 aprile. Questa "giovane" ultracentenaria come sono solita chiamarla, ha la capacità, con la sua presenza, di continuare a essere sia segno, Leggi tutto [...]

Continua...

Sarà questa la Pordenone futura di Ciriani ?

Stamattina la Casa del Popolo era tappezzata di cartelli con la scritta "Achtung Banditen". Non ci pare strano che, di questi tempi in cui un candidato neofascista aspira al trono di Podestà di Pordenone, si moltiplichino le provocazioni - rigorosamente anonime - contro la Casa del Popolo di Torre, monumento e simbolo dell'antifascismo operaio della città. Se questo è il clima della campagna elettorale, non vogliamo pensare a cosa potrebbe succedere dopo, se il nostro, con il suo Leggi tutto [...]

Continua...

Risposta a Casa Pound

Casa Pound non è nuova nel fare "la morale" alla Casa del Popolo ma per fare "la morale" e/o ventilare la possibilità di cambiarle il nome, sarebbe utile che si informasse. La Casa del Popolo è di proprietà dell'Associazione che porta il suo nome e tale resterà. Casa Pound può, visto che viviamo in un Paese democratico e ben lontano dalle "libertà" garantite dal ventennio fascista,"resuscitare" se vuole le "Case del Fascio". La Casa del Popolo svolge un'importante funzione sociale per tutta Leggi tutto [...]

Continua...

COME L’ARMATA ROSSA LIBERÒ AUSCHWITZ

Purtroppo è un po' lontano. Ma l'idea di rimettere la storia con i piedi per terra, e per di più il fatto che a farlo sia un gruppo ebraico non clericale, è molto interessante. Centro Russo di Scienza e Cultura a Roma Gherush92 Committee for Human Rights CONFERENZA “COME L’ARMATA ROSSA LIBERÒ AUSCHWITZ” 27 GENNAIO 2016 ORE 10.00 Centro Russo di Scienza e Cultura Piazza Benedetto Cairoli, 6 Roma  Il Centro Russo di Scienza e Cultura a Roma e Gherush92 Committee for Human Rights Leggi tutto [...]

Continua...

Mangiare 1945

Per primi arrivarono gli inglesi. Montarono la cucina da campo in giardino. Scambiarono caffè con le ciliegie, ci regalarono pane bianco di riso. Poi stando in piedi sul predellino di una Lancia, coi calzoni corti come i nostri, una mano al finestrino per tenersi, l'altra alla tracolla del fucile, giovani e spavaldi vennero quelli della Garibaldi. Mangiavano e dormivano nel portico della barchessa. Uscivano al mattino, tornavano alla sera. E la mezzena di vitello nell'acqua del Leggi tutto [...]

Continua...

Il nuovo (fascioleghismo) che avanza

Di solito questo sito non pubblica comunicazioni di partito. Ma la benemerita, dura, segnalazione del segretario del Prc veneto merita ben un'eccezione. Cui aggiungiamo pure una nostra velenosa puntura. In effetti, ad eleggere gente che - oltre che di destra - va in giro vestita da tamarra, non ci si può poi attendere comportamenti eleganti. La sindaca di Portogruaro si dimetta di Paolo Benvegnù* La sindaca di Portogruaro si dimetta! Un atto intollerabile, incivile, di chiaro stampo razzista Leggi tutto [...]

Continua...

Risposta alle provocazioni di Casapound

Questa volta la mascalzonata rivolta alla Casa del Popolo di Torre – Pordenone è stata postata sulla pagina FB di Casapound di Pordenone: finte tende poste sul davanti e uno striscione con la scritta ”La Casa del, in rosso, (Nuovo) Popolo". E' stata rivendicata dal loro segretario regionale Nicola De Bortolo, mentre la scritta vigliacca comparsa sui muri per il 70° della Resistenza è rimasta anonima, forse una prima prova. Si può parlare di “bravata” con riferimento ai Bravi del romanzo Leggi tutto [...]

Continua...