22 giugno 2017

Le Barricate di Torre alla Rai

L’11 maggio 2007 la sede Rai di Trieste ha realizzato una edizione speciale del programma radiofonico “A più voci” – coordinata dalla giornalista Biancastella Zanini e dalla regista Marina Devescovi – dedicata all’86esimo anniversario delle “Barricate antifasciste di Torre” dell’11 maggio 1921. Speciale: sia perché realizzata presso la Casa del Popolo di Torre di Pordenone invece che presso gli studi di Trieste (continua)   Leggi tutto [...]
12 giugno 2017

Doonesbury, Donald Trump e i tuttologi ignoranti

  E' noto (e triste) il rituale dei commentatori dei giornaloni - quelli della "buona" borghesia d'antan, che neanche lei legge più - che sparlano a vanvera di ogni cosa, salvo essere rigorosamente smentiti dalla realtà. Tanto loro prendono paghe stellari lo stesso, a dispetto di un mondo dell'informazione dove il lavoro è perfino più precarizzato che in altri settori. E ad ogni smentita parlano d'altro. Tanto per citare l'ultimo episodio tra i tanti: era patetico, pochi giorni fa, Leggi tutto [...]
24 maggio 2017

STRATEGIA TERRORISMO JIHADISTA: PERCEZIONE NON REALE RISCHIO STATISTICO

Cerchiamo di inquadrare brevemente il concetto di sicurezza, perché tante sono in realtà le (in)sicurezze: alimentare, sociale, domestica, sanitaria, stradale, sul lavoro, nei luoghi pubblici…Tante sono le possibili declinazioni quanti sono i contesti dove la nostra incolumità, la nostra stessa esistenza può essere compromessa. Ma le nostre paure, rispetto al tema generale della sicurezza, molto raramente sono fondate su dati statistici, sulla concretezza materiale e reale del rischio. Molto Leggi tutto [...]
21 maggio 2017

La capra e i cavoli della ministra Pinotti

La capra e i cavoli della ministra Pinotti. Si è da poco tenuto a Treviso il raduno nazionale dell’Associazione Nazionale Alpini, la più partecipata e conosciuta associazione combattentistica italiana. Sono anni che gli alpini congedati rinnovano ad ogni occasione ufficiale il loro favore e fervore per una reintroduzione dell’obbligo militare. Questo per le ragioni più disparate tra cui la nostalgia per l’inquadramento che faceva “diventare uomini” e certamente anche la preoccupazione Leggi tutto [...]